Sestiere di Porta Manaresca

Verosimilmente, il nome della porta si
deve all’esattore fiscale Manerio, conte di Valva. Il sestiere sorge all’angolo sud-orientale della cinta muraria più antica, nel poligono delimitato da corso Ovidio (il tratto tra la fontana del Vecchio e via Antonio De Nino) via Giovanni Pansa, circonvallazione Orientale, via Borghetto I e largo Mercatello, via Nicola Marselli (fino all’imbocco di vico del Carbonaro), lato nord di piazza Garibaldi (da via Marselli alla fontana del Vecchio). Nei suoi confini ingloba la metà orientale del Distretto di porta Salvatoris e la parte nord del Borghetto.

Colori
: rosso, azzurro, oro.

Blasone: trinciato, nel I d’azzurro al grappolo d’uva d’oro; nel II di rosso pieno.
Scudo timbrato da elmo d’acciaio a becco di passero, posto di tre quarti a destra, ornato di cercine e coppia di svolazzi di rosso e d’azzurro.

Cimiero: un liocorno nascente d’oro.
Motto: primus inter pares.

Ha vinto il Palio della Cordesca nel 2003, 2004, 2006, 2011 e 2018

Ha vinto il Palio in quattro edizioni: 1995, 2001, 2009, 2011, 2013, 2015 e 2016.

954×960 giostra antica
4752×480 giostra europea
4752×480 giostre italia
1920×960 parallax cordesca 2
1320×780
954×960 01

Borghi e Sestieri