//Borgo Pacentrano

Borgo Pacentrano

Così denominato dall’omonima porta che si apre all’inizio di via Leopoldo Dorrucci, accesso principale del borgo e già nota con l’appellativo di porta Orientis. È delimitato dalla circonvallazione Orientale (dal Borghetto I ai confini con l’orto di S. Chiara), vico del Carbonaro, lato est e metà del lato sud di piazza Garibaldi. Ha inglobato nei suoi confini anche la metà del territorio del Borghetto.

Ha vinto il Palio della Cordesca nel 2012 e 2017

Ha vinto il Palio della Giostra Cavalleresca nel 1999.

Colori: Oro, argento, rosso.

Blasone: di rosso, ai due leoni affrontati e coronati, l’uno d’oro, l’altro d’argento, armati e lampassati  dell’uno nell’altro e accompagnati nel capo da un’ombra di sole d’oro, al disco bordato e cuneato di 16 pezzi di rosso, alternati ai raggi.

Scudo timbrato da elmo d’acciaio a becco di passero, di tre quarti a destra e ornato di svolazzi di rosso foderati d’oro.

Cimiero: testa di leone strappata d’oro e lampassata di rosso.

Motto: unguibus et dentibus.