//Presepe vivente, in Piazza Garibaldi il cuore della natività Sulmonese

Presepe vivente, in Piazza Garibaldi il cuore della natività Sulmonese


Piazza Garibaldi è stata il cuore della Natività sulmonese, andata in scena ieri pomeriggio, con il Presepe vivente itinerante nato dalla collaborazione tra l’associazione Giostra Cavalleresca e la Diocesi di Sulmona-Valva. Il corteo del presepe, con circa un centinaio di figuranti, ha preso le mosse dal piazzale della Cattedrale di S.Panfilo percorrendo corso Ovidio per approdare in piazza Garibaldi. Voci narranti hanno ricostruito i momenti salienti del mistero del Natale raccontati dai Vangeli, dal censimento ordinato da Augusto, alla nascita di Gesù, fino alla strage degli innocenti, voluta da Erode e all’arrivo in Betlemme dei Re Magi. Momenti suggestivi sotto lo sguardo di una folto pubblico, raccolto in piazza intorno alla capanna della Natività, nonostante il clima assai rigido. Ad impersonare la Madonna e San Giuseppe sono stati Zaira Branchi e Luca Nubile. La colonna sonora dell’evento è stata curata dal coro interparrocchiale diretto da Enrico Antomarchi, con voci soliste Alida Berarducci e Antonio Gentile. A conclusione della rievocazione, realizzata con la regia di Enea Di Ianni, il vescovo Michele Fusco ha ricordato che ancor oggi “Gesù è scomodo, perchè ci parla di amore, di pace, di giustizia e di solidarietà e ancor oggi c’è chi vorrebbe mettere da parte Gesù, eliminarlo, come avrebbe voluto Erode” ed ha auspicato che invece sentimenti di unità, solidarietà e fratellanza, possano radicarsi sempre più anche nelle nostre comunità e nelle nostre famiglie, portando ovunque pace e benessere. Il sindaco Annamaria Casini invece ha ringraziato gli organizzatori del presepe per aver dato vita ad un ulteriore evento che arricchisce il Natale sulmonese. Un premio è stato dato anche a tre alunni delle scuole elementari per il concorso dedicato alle letterine a Gesù Bambino. Nelle letterine il desiderio ricorrente espresso dai bambini è stato quello di un mondo più pacifico, dove vi sia posto per concordia e reciproco rispetto, più che per violenza ed odio e molti in particolare hanno chiesto a Gesù Bambino famiglie “dove i genitori non litighino” e una società “dove il cuore di pietra dei cattivi possa sciogliersi”. I primi tre classificati nel concorso sono stati Annachiara Cardone e Rebecca Presutti della scuola primaria Lombardo-Radice e Alessio Lattanzio della scuola primaria Maestre Pie Filippini. Altre scuole che hanno partecipato sono la Masciangioli e Di Stefano di Sulmona e poi le scuole primarie di Pratola Peligna, Bagnaturo, Prezza, Ateleta, Campo di Giove, Quadri, Pizzoferrato. Con Borghi e Sestieri hanno preso parte al Presepe anche gli Amici del “Du’ botte” e il gruppo Zampognari di Scapoli, insieme a gruppi venuti da Frattura di Scanno, Scanno e Villalago.