//H2O – Mostra di dipinti a tema “l’Acqua”

H2O – Mostra di dipinti a tema “l’Acqua”

Per visionare il video cliccare il seguente link:  https://youtu.be/PHlqzYDTSTI

Elenco degli artisti con i quadri esposti nella mostra, la descrizione ed i loro riferimenti e contatti.

Cristina Balzarini – nata a Gallarate il 26/05/1965 e residente a Sesto Calende in Via Golasecca n. 22 – telefono 3487321281 – mail = cristina.balzarini@libero.it – Tutte le opere sono state eseguite tutte nel 2020, tratte da foto macro sulle gocce d’acqua di Antonio Santangelo per mettere in risalto anche il fatto che nelle più piccole aggregazioni delle molecole dell’acqua vi è un mondo: artistico, spirituale, fisico.

Titolo =  “La Sosta” Tecnica = pittura e terzo fuoco su piastra di porcellana – misure 18×25 – anno 2020 – Descrizione = tratte da foto macro sulle gocce d’acqua di Antonio Santangelo per mettere in risalto anche il fatto che nelle più piccole aggregazioni delle molecole dell’acqua vi è un mondo: artistico, spirituale, fisico.

Titolo =  “Ristoro di rugiada” – Tecnica = pittura e terzo fuoco su piastra di porcellana – misure 20×30 – anno 2020 – Descrizione = tratte da foto macro sulle gocce d’acqua di Antonio Santangelo per mettere in risalto anche il fatto che nelle più piccole aggregazioni delle molecole dell’acqua vi è un mondo: artistico, spirituale, fisico.

Titolo =  “Idrosfera” – Tecnica = pittura e terzo fuoco su piastra di porcellana – misure 18×25 – anno 2020 – Descrizione = tratte da foto macro sulle gocce d’acqua di Antonio Santangelo per mettere in risalto anche il fatto che nelle più piccole aggregazioni delle molecole dell’acqua vi è un mondo: artistico, spirituale, fisico.

Sonia Battaglini – nata a Sulmona il 21/11/1696 e residente a Pacentro in Via Dante Alighieri n. 44 – telefono 3478963962 – mail = malvumb@gmail.com

Titolo =  “Contadine al lavatoio di Pacentro” – Tecnica = olio su tela – misure 60×50 – anno 2007 – Descrizione = Scena di lavandaie fine ottocento, presso il lavatoio “i canaje”, sotto il castello Caldora Pacentro.

Titolo =  “Donna sulle sponde del fiume sottostante al Castello” – Tecnica = olio su tela – misure 40×50 – anno 2005 – Descrizione = Donna sulle sponde del fiume sottostante al Castello.

Alessandra Benetatos – Nata a Milano il 30/05/1964 e residente a Gallarate (VA) in Piazza Risorgimento n. 14 – telefono 3331210909 – mail = alessandra.benetatos@gmail.com – Artista contemplativa in grado di creare connessioni tra forze diverse, Counselor, Guida, Ricercatrice e consapevole Amante della Vita e di tutte le sue meraviglie – Nella sua professione si occupo di accudire lo Spazio Interiore, attraverso l’armonia, la bellezza e la manifestazione dei talenti – www.alessandrabenetatos.comwelcome@alessandrabenetatos.com –

Titolo =  “Materia liquida” – Tecnica = stampa su velluto con ricamo – misure 140×140 – anno 2021 – Descrizione = L’immagine d’acqua di sorgente ci ricorda la purezza originale, e la possibilità di incidere lasciando un segno del proprio passaggio in modo unico. L’opera è un invito a fluire, tra spirito e materia, in un viaggio individuale di scoperta ed evoluzione della coscienza.

Enrico Cappuccilli – Nato a Sulmona il 23/08/1957 e residente a Raiano in Via Caravaggio n. 12 – telefono 3474535324 – mail = enrico.cappuccili@gmail.com – l’artista Enrico Cappuccilli di Sulmona proveniente dal mondo della chirurgia è riuscito a trasferire nelle opere la sua creatività professionale. Ha avuto un percorso articolato all’inizio “surreale” per passare a forme pittoriche “astratte” derivanti dalla elaborazione mentale della realtà visiva. L’artista inoltre si esprime altre volte in forme di pura creatività che non hanno collegamento col mondo esterno.

Titolo =  “Conus Magus” – Tecnica = olio su tela – misure 80×100 – anno 2009 – Descrizione = una Lumaca conica dell’Oceano Indiano, l’autore si è ispirato alla sua maniera astratta essendo a conoscenza che il veleno di cui è in possesso è stato studiato per riprodurre in laboratorio alcuni selezionati elementi utilizzati in campo medico esaltando pertanto i risultati benefici del mare, elementi utilizzati in campo medico per esaltare i risultati benefici del mare.

Titolo =  “Galassie Marine” – Tecnica = olio su tela – misure 80×120 – anno 2021 – Descrizione = pesci luminosi delle Fosse delle Marianne, dove per la profondità estrema delle acque marine, non penetra la luce. In quel buio i pesci accendono i loro corpi diventando oggetti luminosi galleggianti. Le forme e le immagini del dipinto esaltano questo mistero del mare.

Titolo =  “Meduse” – Tecnica = olio su tela – misure 80×120 – anno 2020 – Descrizione = l’artista vuole dimostrare che le meduse tanto temute dall’uomo, quando ne viene a contatto nel mare, anche loro si devono difendere dall’aggressione dei predatori marini.

Achille Curatella – Nato a Sulmona il 23/08/1957 e residente a Raiano in Via Caravaggio n. 12 – telefono 3474535324 – mail = cura.achille@gmail.com

Titolo =  “Accarezzare l’acqua” – Tecnica = acrilico su legno – misure 70×50 – anno 2021 – Descrizione = Chiare, fresche e dolci acque ove le belle membra pose colei che sola a me par donna. (citz Petrarca).

Titolo =  “Vita nell’acqua” Titolo =  “Vita nell’acqua” – Tecnica = acrilico su tela – misure 70×50 – anno 2021 – Descrizione = L’acqua è  la materia della vita è la matrice, madre e mezzo. Non esiste vita senza acqua.

Emma D’Alessandro – Nata a Sulmona il 13/11/1945 e residente a Sulmona in Viale Papa Giovanni XXIII n. 64/D – telefono 340754 5191 – mail = dalemma45@gmail.com

Titolo =  “Istantanea di un pomeriggio d’estate all’acqua dolce” -Tecnica = pennarello acquerellato – misure 15×21 – anno 2004 – Descrizione = Lago di Alleghe. Schizzo dal vero.

Titolo =  “Istantanea di una mattinata all’acqua salata” – Tecnica = pennarello acquerellato – misure 16×24 – anno 1998 – Descrizione = Marina di Camerota. Schizzo dal vero.

Vincenzo Di Primio – Nato a Sulmona il 26/08/1947 e residente a Sulmona in Via Pola n. 78 – telefono 3201977158 – mail = adipo@inwind.it – Si diploma presso l’Istituto d’Arte di Sulmona alla scuola del prof. Antonio D’Achille e apprende il cesello con i professori fratelli Michele e Augusto De Santis. Formatasi una bellissima famiglia, lavora per tutta la vita come impiegato – ragioniere. Con il collocamento a riposo, Vincenzo riprende quell’arte interiore soltanto sopita dal tempo e si dedica alla sua passione primigenia: il disegno dal vero con il quale realizza opere nelle quali immediatamente si riconosce la tecnica del cesello e della miniatura, applicata alla pittura. Uno tra i più pregevoli manufatti è il trittico donato per la commemorazione del Venerdì Santo Sulmonese alla Chiesa della SS.ma Trinità, a lui tanto cara. Divenuto Socio fondatore, dal 1995 partecipa attivamente alla Giostra Cavalleresca di Sulmona; in qualità di Direttore Artistico, cura la pubblicazione Il Vessillo per il Sestiere di Porta Iapasseri, per il quale realizza, nel 2017, anche un Palio apprezzato dalla cittadinanza e da noti pittori. Nel suo impegno quotidiano non manca mai di ricordare e far rivivere quel passato davvero umile ma glorioso in cui, tra i tanti ottimi artigiani che arricchivano di bellezza Sulmona e la sua gente vi era anche suo padre Alfreduccio, maestro calzolaio.

Titolo =  “Foto1” – Tecnica = colore acrilico a pastelli su cartoncino spessore 4 mm. – misure 50×70 – anno 2019 – Descrizione = Ovidio dedica una poesia a Corinne presso acque sorgive.

Titolo =  “Foto2” – Tecnica = colore acrilico a pastelli su cartoncino spessore 4 mm. – misure 80×70 – anno 2020 – Descrizione = Sotto la fonte di Iapasseri (particolare)

Titolo =  “Foto3” – Tecnica = colore acrilico a pastelli su cartoncino spessore 4 mm. – misure 285×120 – anno 2020 – Descrizione = Panorama Sulmonese, memorie e ricordi vissuti nel territorio di Porta Iapasseri.

Maria Facchini – Residente a Introdacqua – mail = maria.facchini@alice.it – Consegue la Maturità d’Arte Applicata, con specializzazione nell’arte della ceramica nel 1988. Si Laurea in Architettura nel 2003 presso l’Università degli Studi di Chieti “G. D’Annunzio” di Pescara con 110/110 e lode, con “Dignità di pubblicazione. Consegue diversi titoli di Specializzazione, Perfezionamento e Master post-universitari, presso l’UNICAM, UNIDAV, FORCOM, il Consorzio interuniversitario Raffaele LA PORTA e l’Università di Macerata. Consegue l’abilitazione di Architetto e all’insegnamento in “Disegno e Tecnologie”. Dal 2003 al 2021, svolge attività di Visual Merchandiser, di Architetto, nel settore privato, pubblico e militare. Dal 2015 è docente di ruolo e attualmente insegna presso il Liceo Scientifico “E. Fermi” di Sulmona, “Disegno e Storia dell’arte” e “Tecnologie e Tecniche di rappresentazione grafica” preso l’ITI “L.Da Vinci” e ITG. “G. Morandi” con sede a  Pratola Peligna. E’ esperta di disegno automatico (CAD) e Grafica. Partecipa a pubblicazioni di diverso genere e a numerose mostre di pittura in Italia e all’estero su temi sacri e non, con il gruppo “Le donne dell’Angelo” (movimento artistico-culturale nato nel 2012 a Boville Ernica), con esposizioni periodiche al Museo Barbella di Chieti, al Teatro comunale M. Caniglia di Sulmona (AQ) per il Bimillenario di OVIDIO. Vince il concorso di pittura estemporanea (settore acquerello indetto dal Comune di Roccapia (AQ) nell’estate 2003). Pubblica le sue opere artistiche su Kalos 2018, 2019, 2020 e 2021. Pubblicazioni presentate in tutta Italia, al British Museum Di Londra e su “Arte Mondadori”. Nel 2018 espone alcune opere alle Canarie in “Vernissage” presso il Centro d’Arte Canario – Casa Manè di Fuerteventura e in Belgio nella Galleria Nan Yar a Blankberge, mostra Kalos 2018 “I colori dell’anima”. Lo stile pittorico dell’artista mira a rappresentare la transitorietà della vita e delle sensazioni, provenienti da momenti reali, ricordati o narrati. La sua arte spesso, non rappresenta il visibile ma il ricordo del visibile. Secondo l’artista l’opera d’arte può ed essere “il riciclo” di se stessa, mutare nel tempo e trasformarsi con l’artista stesso.  Predilige l’acquerello e tecniche miste.

Titolo =  “Ricordo della Fontana” – Tecnica = mista – misure 50×50 – anno 2021 – Descrizione = L’opera non rappresenta il visibile ma il ricordo del visibile”. Il dipinto composto da due pannelli a dare precarietà all’opera stessa, rappresenta un ricordo della fanciullezza: “la fontana”. Il luogo in cui si riunivano i ragazzi per giocare, dove l’acqua diventa il simbolo della freschezza di quegli anni e del fluire del tempo. La fontana in cemento è ben definita nei ricordi come nel dipinto, mentre i visi dei ragazzi si perdono nel tempo.

Elio Lucente – Nato a Pratola Peligna il 04/01/1972 e residente a Pratola Peligna in Via Montello n. 94 – telefono 3495936109 – mail = eliolucente2@gmail.com – già dai banchi di scuola si dedica al disegno, a 18 anni scopre l’aerografo e realizza tantissime opere su caschi, carene e serbatoi di moto Harley-Davidson, poi nel corso degli anni il passaggio dall’aerografo ai pennelli avviene quasi spontaneo, realizzando opere che subito riscontrano successi di pubblico e di critica, vincendo tantissimi premi nazionali ed internazionali per poi essere storicizzato negli annuali d’arte, tra questi spiccano Mondadori e DeAgostini con critiche fatte dai Prof. Sgarbi e Daniele Radini Tedeschi che gli accrediterà una nuova corrente artistica denominata “ARTE PARADISIACA”. Le sue opere sono esposte in musei e nelle collezioni private di collezionisti ed estimatori d’arte!

Titolo =  “Goccia dopo goccia” – Tecnica = acrilico su tavola di masonite – misure 80×90 – anno 2020 – Descrizione = dalla mia serie “Rain” traduzione in italiano, “pioggia” nasce un evoluzione dove vado a raccontare l’importanza dell’acqua che è la vita dipingendo ed immortalando con la mia pittura, l’attimo in cui gettando un sassolino in un lago o nel mare va a formarsi una goccia ed è così che ho voluto rappresentarla.

Titolo =  “Gocce di Smeraldo” – Tecnica = acrilico su tavola di masonite – misure 80×90 – anno 2020 – Descrizione = dalla mia serie “Rain” traduzione in italiano, “pioggia” nasce un evoluzione dove vado a raccontare l’importanza dell’acqua che è la vita dipingendo ed immortalando con la mia pittura, l’attimo in cui gettando un sassolino in un lago o nel mare va a formarsi una goccia ed è così che ho voluto rappresentarla.

Umberto Malvestuto – Nato a Sulmona il 01/01/1937 e residente a Sulmona in Via Cornacchiola n. 50 – telefono 3476389721 – mail = malvumb@gmail.com – Antonio Donat-Cattin da “lettere ed arti” in cronache italiane RAI1 commenta “un buon pittore Malvestuto, un artista sempre profondo e impegnato che sa calare nella sua opera amore, sofferenza, intelligenza e coraggio”. Vanni Ronsisvalle descrive “immagini ispirate dal mondo contadino, senza compiacenze, retoriche ricche di pacata suggestione.

Titolo =  “Il panno rosso alla fonte” – Tecnica = olio su tela – misure 100×100 – anno 2020 – Descrizione = Le opere vogliono rappresentare lo scorrere dell’acqua, del tempo e della vita che si rinnova continuamente in un presente che “passa” velocemente rimanendo un nostalgico ricordo.

Titolo =  “Tramonti” – Tecnica = olio su tela – misure 100×100 – anno 2021 – Descrizione = Le opere vogliono rappresentare lo scorrere dell’acqua, del tempo e della vita che si rinnova continuamente in un presente che “passa” velocemente rimanendo un nostalgico ricordo.

Loris Paolucci – Nato a Macerata il 30/04/1959 e residente a Appignano (MC) in Via Pirandello n. 3 – mail = paolucci.loris@gmail.com

Titolo =  “Est vitae” – Tecnica = stucco e acrilico  – misure 80×70 – anno 2021 – Descrizione = opera onirica, metafore grafiche di concetti e sensazioni.

Titolo =  “In-volo-legato-a-te-…-il-sogno-della-mia-vita” – Tecnica = stucco e acrilico – misure 30×30 – anno 2020 – Descrizione = opera onirica, metafore grafiche di concetti e sensazioni.

Titolo =  “Va pensiero” – Tecnica = stucco e acrilico – misure 80×80 – anno 2020 – Descrizione = opera onirica, metafore grafiche di concetti e sensazioni.

Nestore Presutti – Nato a Pratola Peligna il 16/12/1960 e residente a Pratola peligna in Via Bixio n. 8 – telefono 3394902624 – mail = nestore3@live.it

Titolo =  “Al Lavatoio” – Tecnica = mista – misure 30×40 – anno 2021 – Descrizione = Fulcro di scambio confidenziale, incrocio di passioni sentimentali e ricerche emozionali, ancor prima di luogo sociale.

Titolo =  “Fonte … di vita” – Tecnica = mista – misure 80×80 – anno 2021 – Descrizione = Una fontana aperta in un borgo abbandonato è sinonimo, non solo di speranza ma anche di rinascita.

Luciano Primavera – Nato a Guardiagrele il 23/08/1935 e residente a Chieti in Viale Europa n. 10 – telefono 3393284593 – mail = studioprimaverapm@gmail.com

Titolo =  “Gilfenklamm” – Tecnica = olio su tela  – misure 120×120 – anno 1995 – Descrizione = Sorgente d’argento e sorgente della vita.

Titolo =  “Gilfenklamm2” – Tecnica = olio su tela  – misure 120×120 – anno 1995 – Descrizione = Sorgente d’argento e sorgente della vita.

Titolo =  “Gilfenklamm3” – Tecnica = olio su tela  – misure 120×120 – anno 1995 – Descrizione = Sorgente d’argento e sorgente della vita.

Nicola Ranalli – Nato a Sulmona il 07/01/1950 e residente a Sulmona in Via XXV Aprile n. 11 – telefono 3490520344 – mail = nicolaranalli@gmail.com

Titolo =  “La carezza dell’acqua 1” – Tecnica = mista  – misure 70×50 – anno 2020 – Descrizione = E’ il momento in cui l’acqua “accarezzando” il corpo, porta via i problemi i pensieri e le fatiche della figura.

Titolo =  “La carezza dell’acqua 2” – Tecnica = mista  – misure 70×50 – anno 2020 – Descrizione = E’ il momento in cui l’acqua “accarezzando” il corpo, porta via i problemi i pensieri e le fatiche della figura.

Titolo =  “Il Fontanone di notte” – Tecnica = china acquerello  – misure 12×8 – anno 1971 – Descrizione = ancora un piccolo spazio per la sopravvivenza dei pesci.

Mario Sulprizio – Nato a Sulmona il 25/12/1950 e residente a Sulmona in Via Marziale n. 1/A – telefono 3483545422 – mail = sulpriziomario@libero.it – E’ da notare che le increspature delle acque del fiume Gizio, non riflettono l’immagine fisica  di Ovidio, ma il Logo che la città di Sulmona ha commissionato,  in occasione del  bi-millenario  della morte. Una premonizione che predisporrà Ovidio a scrivere riguardo al mito di Narcisio.

Titolo =  “L’estate di Ovidio” – Tecnica = colori acrilici e smalto – misure 60×40 – anno 2021 – Descrizione = Immagina di trovarti nel 33 a.c. in un pomeriggio torrido e afoso, del mese di luglio o agosto e di vedere il giovane Ovidio che cerca refrigerio lungo la sponda del fiume Gizio.

Titolo =  “Una lacrima blu” – Tecnica = colori acrilici e smalto – misure 25×30 – anno 2021 – Descrizione = Anche le lacrime sono … d’acqua.

Giuseppe Trinchini – Nato a Sulmona il 18/12/1945 e residente a Sulmona in Via Acqua Santa n. 31/A – telefono 3807340055 – mail = archgiuseppetrinchini@gmail.com

Titolo =  “Barche ormeggiate dopo la pesca” – Tecnica = olio su faesite  – misure 50×80 – anno 2021 – Descrizione = vengono rappresentate alcune barche di piccoli pescatori che sono state ormeggiate in riva al mare.

Titolo =  “Il Mulino ad acqua” – Tecnica = olio su tela  – misure 50×70 – anno 2021 – Descrizione = si è rappresentato un vecchio mulino azionato da acqua a cascata,  proveniente da un corso d’acqua  naturale (fiume).

Titolo =  “Crostacei sul bagnasciuga” – Tecnica = olio su tela  – misure 35×7 – anno 2021 – Descrizione = si è voluto rappresentare la moria di crostacei, dovuta all’inquinamento del mare, causata dall’incuria dell’uomo che non  ha rispetto  dell’ambiente che lo circonda.

Ezio Zavarella – Nato a Pratola Peligna il 04/07/1940 e residente a Pratola Peligna in Via Levante n. 39 – telefono 3389142407 – mail = ezio.zavarella@gmail.com

Titolo =  “Natura morta” – Tecnica = olio su tavola – misure 60×40 – anno 2001 – Descrizione = L’Acqua che ridona la vita.

Titolo =  “Natura morta con fiore” – Tecnica = olio su tela – misure 50×40 – anno 2002 – Descrizione = L’Acqua che ridona la vita.