//Giostra Cavalleresca, chieste nuove sedi per Borghi e Sestieri

Giostra Cavalleresca, chieste nuove sedi per Borghi e Sestieri

Una sede per ciascuno dei sette Borghi e Sestieri della città è diventata un’assoluta priorità per riprendere con più forza e determinazione l’attività al termine dell’emergenza sanitaria”. Lo afferma il Commissario Reggente dell’Associazione Giostra Cavalleresca, Maurizio Antonini. In una lettera inviata al sindaco Annamaria Casini, il commissario torna a ribadire l’urgenza di risolvere un problema che è di fondamentale importanza per l’esistenza della stessa manifestazione di piazza Maggiore. “Apprendo con molto piacere dell’accordo tra il Comune e il Borgo San Panfilo per la concessione dei locali ex-scuola materna di via Crispi a Sulmona, dopo il rilascio della vecchia sede del Borgo San Panfilo nella scuola media Serafini” scrive Antonini. “Questa notizia pone nuovamente l’attenzione sul problema che evidenziamo da anni, della necessità che a Borghi e Sestieri vengano affidate dal Comune di Sulmona delle sedi dove poter svolgere le loro attività, che non solo hanno carattere associativo ma anche di aggregazione e di promozione sociale e culturale. A tal fine auspico- prosegue il commissario reggente – che a breve termine sia intrapresa, con l’associazione Giostra Cavalleresca e con i capitani di Borghi e Sestieri una collaborazione per l’individuazione e concessione di immobili, che possano garantire a dette realtà di poter portare avanti in modo adeguato le loro attività, anche in considerazione della crisi economica in cui versano conseguente alla pandemia del Covid-19”.