//Al Borgo di Santa Maria della Tomba il Palio della XVII CORDESCA

Al Borgo di Santa Maria della Tomba il Palio della XVII CORDESCA


È il Borgo di Santa Maria della Tomba a conquistare il Palio della XVII della Cordesca. Nella finale contro il Sestiere di Porta Japasseri, il Borgo del “Rosone”, in una sfida avvincente e ricca di emozioni, che hanno suscitato grande passione in campo e negli spalti dello stadio Pallozzi, ha sconfitto il rivale. I ragazzi di Santa Maria della Tomba non vincevano il Palio della Cordesca dal 2013. Mentre per il Sestiere Japasseri è tramontato il sogno di aggiungere al Palio della Giostra Cavalleresca 2018 e della Giostra d’Europa il terzo trofeo. La XVII edizione della Cordesca disputata sul campo dello stadio Pallozzi fin dalla prima giornata ha visto dominare il Borgo di Santa Maria della Tomba. Ieri infatti Santa Maria della Tomba era risultato primo in classifica a conclusione delle gare del primo turno eliminatorio. Nella classifica finale della seconda ed ultima giornata delle sfide della Cordesca, subito dopo i finalisti Borgo di Santa Maria della Tomba e Sestiere di Porta Japasseri figurano, al terzo posto Borgo Pacentrano, al quarto posto il sestiere di Porta Filiamabili, al quinto posto il Sestiere di Porta Manaresca, al sesto posto il Sestiere di Porta Bonomini e infine al settimo posto il Borgo di San Panfilo. Ad introdurre le sfide della seconda giornata della XVII Cordesca è stato il presidente onorario della Giostra Cavalleresca, Domenico Taglieri. “La Cordesca è sempre una festa, una festa dei ragazzi che ne sono protagonisti ed è anche e soprattutto per loro, che durante tutto l’anno si dedicano con tanta passione e sacrificio alle attività della giostra cavalleresca, come tamburini, chiarine, sbandieratori, che come associazione Giostra abbiamo presentato un dettagliato piano per individuare sedi adeguate per i Borghi e Sestieri, sia in locali di proprietà pubblica che in locali privati. Il progetto elaborato da tecnici designati dalla stessa Giostra Cavalleresca è stato consegnato all’amministrazione comunale che lo valuterà già nei prossimi giorni – ha precisato Taglieri – vogliamo infatti che Borghi e Sestieri abbiano ciascuno la propria sede ed in quelle sedi i ragazzi potranno svolgere con tutta tranquillità le loro attività. Vorremmo insomma che più che nelle cicchetterie i ragazzi potessero ritrovarsi nelle sedi di Borghi e Sestieri”. Il Palio della Cordesca 2019 è stato realizzato dall’artista sulmonese Mario Sulprizio. Sulprizio fin da ragazzo è stato attratto dalla passione per la pittura iniziando il suo percorso creativo e prendendo così confidenza prima con le tempere per provi proseguire con la tecnica a olio. Negli anni Settanta alcuni suoi interessanti dipinti hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti in mostre anche in campo internazionale. Il Palio realizzato dall’artista sulmonese rappresenta un ragazzo durante le sfide della Cordesca con un mantenitore che indossa i panni di un cavaliere. A consegnare il Palio ai ragazzi del borgo di Santa Maria della Tomba è stato il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini. “E’ sempre con grande entusiasmo che si assiste alle manifestazioni della Cordesca che vedono protagonisti i ragazzi delle scuole elementari e delle scuole medie cittadine – ha detto il sindaco Casini – con la disputa della Cordesca i ragazzi si rendono protagonisti di una tradizione che domani sarà affidata proprio all’oro, crescono in un ambiente sano,  fanno tra loro aggregazione intorno ad una tradizione cittadina ed intorno ai valori che quella tradizione incarna”. Il prossimo appuntamento, nell’ambito delle manifestazioni promosse da Borghi e Sestieri della Giostra Cavalleresca, sarà per sabato 8 e domenica 9 giugno quando si terrà il torneo tra sbandieratori intitolato a Luisa d’Agostini, una socia del borgo San panfilo scomparsa prematuramente qualche anno fa”.