//Sestiere Porta Bonorum Hominum (Bonomini)

Sestiere Porta Bonorum Hominum (Bonomini)

Porta e Sestiere devono il nome al “coltore fiscale” Joannis Bonis homini, ‘Giovanni Buonuomo’, ebreo aquilano. Sotto il profilo territoriale, delimita l’area compresa tra il corso Ovidio (da piazzale Carlo Tresca a piazza 20 Settembre), piazza Salvatore Tommasi, via S. Cosimo, via Mario Trozzi, costa di porta Molina, circonvallazione Occidentale, via di porta Romana. Nei suoi confini ha annesso la parte occidentale del distretto di porta Sancti Pamphili.

Ha vinto il Palio della Cordesca nel 2016.

Ha vinto il palio della Giostra Cavalleresca nel 2000 e 2010.

Colori: oro, rosso e verde.

Blasone: d’oro, tagliato e innestato di quattro pezzi sul losangato di rosso e di verde, trinciato di otto pezzi e tagliato di due.

Scudo timbrato da elmo d’acciaio, a bigoncia, posto di pieno profilo a destra e ornato di coppia di svolazzi, a destra di rosso e d’oro, a sinistra di verde e d’oro.

Cimiero, testa di cinghiale al naturale, strappata  e difesa di rosso.

Motto: fato et facto.