//Giostra Cavalleresca e Passione Rossa Ferrari a lutto per L’Aquila

Giostra Cavalleresca e Passione Rossa Ferrari a lutto per L’Aquila

Le Ferrari e la Giostra cavalleresca unite nel ricordo delle 309 vittime del terremoto dell’Aquila, tra le quali Roberta Zavarella e Carmelina Iovine, di Sulmona e Raiano. Rose rosse sono state deposte dai componenti di Borghi e Sestieri in piazza Garibaldi, sotto gli archi dell’acquedotto medievale, in segno di omaggio alle vittime, subito dopo il suono delle note del silenzio d’ordinanza. Un momento toccante voluto dalla Giostra Cavalleresca, che in segno di lutto ha rinviato la festa dei fuochi di S.Giuseppe, che si terrà nel prossimo fine settimana. “Viviamo una giornata particolare nel ricordo delle vittime del terremoto, una tragedia che resta nei nostri cuori e dal primo momento Sulmona è stata vicina ai cittadini aquilani che hanno subito questa tragedia” ha ricordato Domenico Taglieri, presidente onorario della Giostra. Mentre Maurizio Antonini, presidente della Giostra, ha volto lo sguardo al prossimo futuro, al venticinquennale del torneo di piazza Maggiore. “Con i fuochi di San Giuseppe e la Cordesca, in giugno, entriamo nel vivo delle manifestazioni legate alla Giostra – ha sottolineato Antonini – per celebrare i venticinque anni della Giostra stiamo preparando diverse iniziative e senza fare anticipazioni posso dire da subito che l’edizione 2019 della Giostra sarà ricca di novità”.  La giornata inaugurale del raduno delle Ferrari, oggi con coccarda a lutto, alla sua terza edizione a Sulmona, ha confermato il successo di “Sulmona in rosso”, iniziativa promossa da Walter Tirimacco, delegato per l’Abruzzo, del Club Ferrari Passione Rossa in collaborazione con tutti i Club Ferrari nazionali, rappresentati dal presidente Fabio Barone. Prima di approdare a Sulmona in piazza Garibaldi le Ferrari hanno attraversato il Centro Abruzzo facendo tappa a Vittorito, Raiano, Prezza e Pratola Peligna. La passione per le quattro ruote diventa così impulso anche al turismo, come ha sottolineato il presidente Barone.