//Prima giornata della Cordesca 2018

Prima giornata della Cordesca 2018

GIORNATA DELLA XVI CORDESCA

E’ Borgo S.Panfilo a guidare la classifica della XVI Cordesca, a conclusione della prima giornata di gare. Nelle quattordici sfide della prima giornata il Borgo S.Panfilo ha ottenuto tre vittorie, 10 botte, 12 punti e il tempo complessivo di 47 secondi e 95 centesimi. Al secondo posto si è piazzato il Sestiere di Porta Filiamabili. Anche questo sestiere ha vinto tre gare, con 9 botte, 13 punti e il tempo di 48.40. Terzo posto per Borgo Pacentrano, che ha riportato due vittorie, 11 botte, 14 punti, con il tempo di 49.82. Il Sestiere di Porta Manaresca è arrivato quarto con due gare vinte 10 botte, 14 punti, con il tempo di 47.32. Il Borgo di S.Maria della Tomba è quinto, con due vittorie, 9 botte, 12 punti e il tempo di 52.09. Una sola vittoria hanno conseguito il Sestiere di Porta Japasseri, al sesto posto e il Sestiere di Porta Bonomini al settimo.  Japasseri ha ottenuto 9 botte, 10 punti e il tempo di 49.19. Bonomini 8 botte, 9 punti e il tempo di 46.67. Domani alla squadra vincitrice sarà assegnato il Palio della Cordesca, realizzato per questa edizione da Antonio Del Beato Corvi. “E’ stato emozionante dedicarmi al palio, perché ho rivissuto per un momento la mia infanzia – ha sottolineato l’autore – nel realizzare il palio ha pensato alla vittoria e a dodici farfalle che volano. Ognuna di queste rappresenta i colori dei dodici borghi e sestieri di Sulmona,compresi i cinque che non partecipano alla gara”. Come sempre emozionanti le sfide tra i giovanissimi “cavalieri” della Cordesca. “Questi ragazzi sono il futuro della Giostra cavalleresca ed è un gran piacere vedere la loro partecipazione assai numerosa nella Cordesca – ha sottolineato Maurizio Antonini, presidente della Giostra – molti di loro restano legati alla Giostra, diventando esponenti di punta di Borghi e Sestieri e alcuni anche componenti del direttivo dell’associazione”. Ventuno sono stati oggi i giovani “cavalieri” in gara, tra i quali sei ragazze. Come sempre suggestivo è stato il corteo storico che ha visto oltre cinquecento figuranti tra cavalieri, dame, armigeri e tamburini. Il corteo alle 16 è partito da piazza Plebiscito, davanti alla chiesa di S.Maria della Tomba raggiungendo lo stadio Pallozzi per la disputa delle gare. “Questo della Cordesca è un momento importante, non solo perché inaugura le manifestazioni della Giostra che ci accompagneranno durante gran parte dell’estate ma soprattutto perché vede protagonisti bambini e ragazzi che rappresentano il futuro” ha sottolineato il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, che questa volta non è stata imparziale perché in gara c’era anche il figlio Matteo, in gara per il Sestiere di Porta Japasseri. Il presidente onorario della Giostra, Domenico Taglieri, ha annunciato che la città si appresta ad accogliere per l’edizione della Giostra d’Europa 2019 le delegazioni dei venti Paesi europei che hanno finora preso parte alle sfide della Giostra d’Europa. “Il 2019 sarà l’anno delle elezioni europee e questo incontro dovrà tenersi prima del voto – ha spiegato Taglieri – in questo modo le città d’Europa e l’Unione Europea prenderanno l’impegno di sostenere il progetto che vedrà Sulmona città ospitante la finale della Giostra europea, che si svolgerà con le stesse modalità dei tornei calcistici tra squadre europee”. Mastrogiurato della Cordesca è Dino Iacobucci, assistito dai Maestri di campo Francesco Bellei e Salvatore Cavallaro. Speaker ufficiali del torneo sono Fiorenza Quadraro, Claudio Natale, Rosario Ciacchi, Michele De Blasiis e alla sua prima volta Vincenzo Tonelli. Il punteggio e le classifiche di gara sono curati da Valentino Zurlo e Mario Ciccarelli.